Il celibato dei preti

Cosa ne pensate della tanto dibattuta questione sul celibato dei preti?

Pensiamo che, come purtroppo sempre avviene in questi dibattiti, tutti dicono la loro, ma quasi nessuno si preoccupa di verificare cosa ne pensa… Dio! Infatti il Nuovo Testamento, Parola di Dio, tratta con grande semplicità ciò che riguarda matrimonio e celibato (e anche divorzio).

La scelta matrimoniale viene concepita da Cristo come assolutamente libera, e di certo nessun uomo può intromettersi in decisioni tanto intime, se non lo fa neppure Dio. Sappiamo bene che alcuni predicatori e apostoli del I secolo d.C. erano sposati (anche Pietro) e altri no.

Ad ogni modo, visto che abbiamo detto che quasi nessuno cita la Parola di Dio in questi casi, facciamo parlare il Signore tramite il Suo grande apostolo Paolo. Nella sua prima lettera al discepolo Timoteo egli scrive, dando le qualifiche necessarie per essere vescovi (ossia sorveglianti, conduttori di una comunità di cristiani):

“Bisogna che il vescovo sia irreprensibile, MARITO di una sola moglie, sobrio, prudente, dignitoso, ospitale, adatto all’insegnamento (della Bibbia), non dedito al vino, non violento ma indulgente, non litigioso, non attaccato al denaro; che sappia ben governare la propria famiglia e tenere con grande dignità i figli. Perché se uno non sa governare la propria famiglia, come potrà aver cura della Chiesa di Dio?…” (I Timoteo 3,1-5).

E ancora, profetizzando proprio su futuri vincoli di celibato, scrisse: “Lo Spirito Santo dice espressamente che negli ultimi tempi alcuni si allontaneranno dalla fede, dando ascolto a spiriti truffatori e ad insegnamenti di demòni, sedotti dall’ipocrisia di gente che sparge menzogne, che ha la propria coscienza come bollata da un ferro rovente, che proibisce di sposarsi e ordina di astenersi da certi cibi, che invece Dio creò perché fossero presi con animo grato dai fedeli e da quelli che hanno conosciuto la Verità…” (I Timoteo 4,1-3).

Possiamo senz’altro dire che… non c’è altro da dire, se non che siamo di fronte ad UNO SOLO dei tanti aspetti in cui il mondo “cristiano” si è ALLONTANATO DALLA VERITA’ (un altro aspetto, indicato nei versetti sopracitati, riguarda l’astinenza da certi cibi, così cara alle tradizioni cattoliche). Vi invitiamo, cari lettori, a riscoprire assieme a noi questa “sorprendente” Parola di Dio!

Valerio Marchi

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

LEGGI ANCHE

Domande e risposte

Esistenza di Satana

Esiste Satana? Se l’esistenza di Dio viene messa in dubbio da molti, altrettanto – se non di più – accade nei confronti di Satana, il

Leggi Tutto
Domande e risposte

Satana e le tentazioni

Nella seconda lettera di Paolo ai Corinzi (12:7) si afferma che all’apostolo fu conficcata una “scheggia nella carne”, una forte sofferenza, affinché non insuperbisse per

Leggi Tutto