Esistenza di Satana

Esiste Satana?

Se l’esistenza di Dio viene messa in dubbio da molti, altrettanto – se non di più – accade nei confronti di Satana, il diavolo, chiamato anche con altri nomi nella Bibbia (il Serpente antico, Belzebub, il Principe dei demoni, il Principe di questo mondo, ecc.). Se consideriamo la testimonianza dell’intera Bibbia, possiamo concludere che Satana può davvero essere felice di tale diffuso scetticismo, che gli consente di agire pressoché indisturbato. Un male negato e ignorato ha infatti campo libero per diffondersi, trova ben poche barriere; e i tragici frutti di ciò si vedono bene, nel nostro mondo!

Tutta la Bibbia, a partire dalla Genesi fino all’ultimo libro chiamato Apocalisse, parla continuamente di Satana, con centinaia di riferimenti diretti o indiretti. E non solo di Satana, ma di una intera schiera di demoni che sono il contraltare maligno dei buoni angeli di Dio. Satana è coinvolto nell’iniziale violazione di Adamo ed Eva, ha continuato ad agire come “padre della menzogna” (così lo definisce Gesù: Giovanni 8:44) nel corso di tutta la storia umana e lo continuerà a fare fino alla fine, quando – stando alle profezie bibliche – sarà definitivamente condannato ed annientato dal Signore.

Leggendo i Vangeli possiamo constatare quante volte lo stesso Gesù sia entrato in conflitto più o meno aperto con Satana e con tanti demoni. Nel deserto, Gesù l’ha respinto dicendogli “Vattene!” e resistendo ai suoi assalti (Luca 4:8); sulla croce, poi, il Signore ne ha decretato l’imminente disfatta (Giovanni 12:31). Alla fine del mondo, Gesù lo spazzerà via in un istante (leggi 2Tessalonicesi 2:7-12; vedi anche Matteo 25:41; Apocalisse 20:10). Satana ha sempre fatto e continua a fare di tutto per allontanare gli uomini dalla Parola di Dio, perché sa che attraverso di essa possiamo uscire dalla sua sfera di influenza, dal peccato, e riavvicinarci a Dio.

Satana è uno spirito ribelle a Dio, che vuole istillare lo stesso atteggiamento in tutti noi; e il modo migliore per farlo è… senza che ce ne accorgiamo! Se non siamo uniti a Dio tramite la fede in Gesù Cristo e l’ubbidienza alla sua Parola, siamo – volenti o nolenti – nelle mani di Satana, anche se non facciamo parte di sette sataniche, perché tutti siamo peccatori bisognosi della grazia di Cristo (Romani 3:23-24). Quando Gesù mandò l’apostolo Paolo a predicare il Vangelo nel mondo, gli disse di andare da tutti gli uomini “per aprire loro gli occhi e convertirli dalle tenebre alla luce e dalla potestà di Satana a Dio, affinché ricevano mediante la fede il perdono dei peccati” (Atti degli Apostoli 26:18).

Caro Lettore, forse queste cose ti sembreranno strane, sorpassate, quasi superstizioni medievali, ma… prima di giudicare, prendi in seria considerazione, se non lo hai già fatto, la Sacra Scrittura, vedi cosa essa ha da dirci su questo argomento, considera la tua posizione nei confronti di Dio. Facendo questo, noi della Chiesa di Cristo siamo diventati Cristiani secondo il Nuovo Testamento. Non lasciarti ingannare dalle idee e dalle filosofie del mondo; ricorda che Satana ama anche travestirsi da “angelo di luce” (2Corinzi 11:14), cioè ammantarsi di finto bene, facendoci credere che cose completamente lontane dalla verità siano buone e vere; cose come, ad esempio, il fatto che lui non esista e che tu, lontano da Cristo, o facente parte di un “cristianesimo” o ad un altra religione non rispondente al Nuovo Testamento, possa essere ugualmente “a posto” davanti a Dio!

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

LEGGI ANCHE

Domande e risposte

Il nome “Geova”

Se il vero nome di Dio è Geova, perché voi non lo chiamate così? Gesù non ha insegnato a santificare il nome di Dio? Per

Leggi Tutto